Recensioni

La biblioteca di Parigi – Janet Skeslien Charles

Esce oggi edito da Garzanti La biblioteca di Parigi“.

Ho avuto la possibilità di leggerlo in anteprima e mi sono innamorata. Ci sono tre elementi a cui non riesco mai a resistere nemmeno separatamente

  1. Libri ambientati nel dopoguerra e che in qualche modo parlino del nazismo
  2. Parigi
  3. libri che parlano di libri ( e quindi anche di biblioteche e librerie)

Questo libro li comprende tutti e tre! Cosa chiedere di più?

Trama

Nessuno può far tacere i libri.

Parigi, 1940. I libri sono la luce. Odile non riesce a distogliere lo sguardo dalle parole che campeggiano sulla facciata della biblioteca e che racchiudono tutto quello in cui crede. Finalmente ha realizzato il suo sogno. Finalmente ha trovato lavoro in uno dei luoghi più antichi e prestigiosi del mondo. In quelle sale hanno camminato Edith Wharton ed Ernest Hemingway. Vi è custodita la letteratura mondiale.
Quel motto, però, le suscita anche preoccupazione. Perché una nuova guerra è scoppiata. Perché l’invasione nazista non è più un timore, ma una certezza. Odile sa che nei momenti difficili i templi della cultura sono i primi a essere in pericolo: è lì che i nemici credono che si annidi la ribellione, la disobbedienza, la resistenza. Nei libri ci sono parole e concetti proibiti. E devono essere distrutti. Odile non può permettere che questo accada. Deve salvare quelle pagine, in modo che possano nutrire la mente di chi verrà dopo di lei, come già hanno fatto con la sua.
E non solo. La biblioteca è il primo luogo in cui gli ebrei della città provano a nascondersi: cacciati dalle loro case, tra i libri si sentono al sicuro, e Odile vuole difenderli a ogni costo. Anche se questo significa macchiarsi di una colpa che le stritola il cuore. Una colpa che solo lei conosce.
Un segreto che, dopo molto tempo, consegna nelle mani della giovane Lily, perché possa capire il peso delle sue scelte e non dimentichi mai il potere dei libri: luce nelle tenebre, spiraglio di speranza nelle avversità.

Recensione

Se come me amate i libri, Parigi e il coraggio di lottare per i propri ideali non potete assolutamente perdere questo libro.

La storia si snoda su due piani temporali diversi.

Nel primo c’è Odile, la protagonista a partire dai venti anni, che narra la sua storia in prima persona. Racconta dei suoi sogni, il più grande dei quali è lavorare nella biblioteca l’American Library di Parigi, che considera il suo rifugio. Riesce a realizzarlo nonostante la disapprovazione del padre che non ha una buona opinione delle donne che lavorano. Purtroppo in pochi mesi tutta la sua realtà cambia, si trova immersa in un’atmosfera completamente diversa, l’occupazione nazista cambia la sua vita e le persone.Odile vede partire per il fronte il suo inseparabile fratello gemello Remy e in seguito insieme con i colleghi deve combattere contro la chiusura della biblioteca. E’ importante che rimanga aperta, per poter continuare a spedire i libri ai soldati, per sostenere i frequentatori che cercano luce nei libri tra le tenebre del momento.

I nazisti considerano il sapere un pericolo , e vogliono distruggere tutti i libri. E’ fondamentale salvarli, così come bisogna salvare tutti gli ebrei perseguitati dai nazisti che cercano rifugio presso la biblioteca.

Nel secondo piano temporale, siamo nel 1983 e a raccontare è Lily la vicina di casa di un’ Odile ormai adulta , e siamo nel Montana. Lily ha la mamma malata che muore dopo pochi capitoli, e si appoggia a Odille incuriosita e affascinata dalla sua storia.

I personaggi sono descritti con maestria ed è impossibile non lasciarsi coinvolgere. Ho amato Odille che ho sentito così simile a me. Il romanzo è pieno di citazioni letterarie, un libro nel libro, che mi sono appuntata in un quadernino apposito riproponendomi di approfondirle appena possibile.

Lo promuovo a pieni voti, bellissima la storia, meravigliosi i personaggi, accurata l’ambientazione storica. Un libro profondo e molto toccante.

Mi piacerebbe che , se deciderete di leggerlo, mi faceste sapere i vostri pareri!

Vi lascio con il book trailer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...